Per non dimenticare: la storia delle nostre vicissitudini

 
Le foto mostrano solo i momenti migliori: la libertà in montagna, il relax a casa.
Invece, la sorte si è accanita e questi cinque anni per Blizzard sono stati costellati di sofferenze che non ho potuto e saputo evitargli.

Questa è la storia delle nostre vicissitudini, mie e di Blizzard, non delle mie.

   


Le foto mostrano solo i momenti migliori: la libertà in montagna, il relax a casa.
Invece, la sorte si è accanita e questi cinque anni per Blizzard sono stati costellati di sofferenze che non ho potuto e saputo evitargli.
Questa è la storia delle nostre vicissitudini, mie e di Blizzard, non delle mie.
Ho appena accennato nel seguito a qualcuno dei tanti problemi con gli altri animali e ad alcuni piccoli incidenti miei che mi hanno reso più complicato il fatto di portarlo a passeggio e hanno condizionato anche la sua vita. Non racconterò affatto invece le tante volte che lo ho aspettato con la paura di non vederlo ritornare. In quei minuti di sicuro lui era molto felice, anche se io mi sentivo morire dall'ansia, quindi quei racconti non appartengono a questa storia. Tornando indietro, rifarei lo stesso perché la sua felicità era l'unica cosa davvero importante.
Non rifarei invece molte delle cose che racconto nel seguito. Con più esperienza da parte mia forse lui avrebbe sofferto di meno. La medicina, e ancor più quella veterinaria, sono scienze con limiti notevoli e avrei dovuto sapere che anche il migliore dei medici, quando non trova soluzioni certe e ragionevoli, finisce per andare per prove, mentre il più delle volte, per gli uomini come per gli animali, sarebbe meglio soprassedere.
Per lui io ho insistito all'inverosimile, alla ricerca di soluzioni che non c'erano, e non ho fatto altro che rendergli la vita più dura.
L'elenco degli eventi di questi cinque anni comunque farebbe sballare qualsiasi statistica.
La cronistoria è estratta dal mio diario personale. Non c'è niente di inventato o esagerato.
Nel seguito non faccio nomi di persone, neanche di quelle di cui ho fiducia. Nomino un unico ambulatorio che è quello dove ancora porto i miei animali.




14 febbraio 2008
Adotto Blizzard a Furbara. E' il giorno di S. Valentino, data profetica per il nostro rapporto.
L'ennesimo atto di fiducia da parte mia nei confronti della vita. Avevo appena smesso di lavorare e avevo tempo per un cane, avevo la speranza che le cose potessero andare se non proprio lisce, in modo almeno normale.
A quel tempo la vita aveva già abbondantemente fatto sì che non potessi innamorarmi di alcun altro fuorchè di un cane, o di un animale non umano comunque.
Lui non essendo di razza era diverso da tutti gli altri. Aveva un carattere, un modo di fare e una bellezza tutti speciali, così speciali che non potevo non innamorarmene subito, e così è avvenuto infatti.
Le coliche iniziali, l'episodio della vipera e poi via via gli altri episodi hanno fatto in modo di aggiungere all'amore anche l'apprensione, a carrettate, anche se non è uno stato d'animo che mi è caratteristico.
Nel corso del tempo il nostro rapporto è diventato strettissimo e intenso perché abbiamo passato insieme la maggior parte del nostro tempo. A posteriori rimpiango ogni momento che non ho passato assieme a lui.

Nel corso della primavera 2008 mi rompo un alluce (in bici) poi 5 costole (sempre in bici) e in autunno un polso inciampando proprio sulle zampe di Blizzard. Il tutto riduce la mia mobilità e complica la gestione delle passeggiate. Mai avuti tanti incidenti tutti di fila.

Lo stesso giorno dell'adozione comincio con Blizzard un percorso educativo, passando con lui al centro gestito da un mio amico, che mi ha dato preziosi essenziali suggerimenti per iniziare il rapporto con lui.
Nei giorni successivi all'adozione, Blizzard deve stare nel box, che ho acquistato appositamente, per via dei gatti: li ucciderebbe volentieri. Comincio a lavorarci subito ma all'inizio sembra veramente dura. In realtà si arrenderà presto alla convivenza pacifica.
I problemi di salute iniziano subito: benché sverminato al canile, ha diarrea tanto da sporcare il box e resta sottopeso.
La veterinaria R. lo visita e prescrive Bimixin e Diatab , Actinorm, I/D intestinal, Urbason (?).


06 marzo 2008
Situazione talmente peggiorata che Blizzard mi sveglia di notte a causa della diarrea e dei dolori di pancia (dormiva già in casa, problema rapporto coi gatti risolto in 2 settimane).
Poi ci sono piccoli miglioramenti e di nuovo peggioramenti.
Verso il 20 del mese capita di nuovo che faccia la cacca in casa.
La vet R. interpellata ripetutamente alle fine mi risponde che non ci può fare niente!
La mia inesperienza manda le cose per le lunghe.


11 aprile 2008
Porto Blizzard dalla veterinaria M. consigliatami da una amica.
Mi spaventa quanto basta. Mi prescrive del mangime dietetico (di nuovo I/D intestinal ) e medicinali omeopatici. Ipotizza una pancreatite.
Nessun miglioramento.


15 aprile 2008
Blizzard ha una colica. Chiamo la vet. M. che mi tranquillizza.


16 aprile 2008
Durante la notte Blizzard ha una colica più forte, alle 6:00 lo porto presso una clinica h24 accompagnata da una amica. La vet. di turno, sugli appunti l'ho definita una " neolaureata supponente e idiota", gli fa delle lastre, una flebo e una ecografia. Ovviamente lo hanno sedato per fare ciò.
Ho chiamato la vet. M. che mi ha detto che l'eco è inutile, poi dopo un'ora e mezzo l'hanno chiamata loro e l'eco è diventata necessaria. Non so perché fosse inutile sinceramente.
Esami tutti negativi.
Prescrivono una quantità di antibiotici e il vermifugo.
Il Buscopan però gli ha fatto bene. Forse era da dargli il Buscopan subito e fare un esame delle feci fatto bene, finalmente. Ero troppo inesperta per prendere io decisioni.


17 aprile 2008
Visita da M. che finalmente ha il risultato delle feci.
Blizzard ha il Tricuris Vulpis, un parassitaccio pericoloso che non se ne va con la sverminazione normale. Ci sono voluti due mesi per scoprirlo.


02 maggio 2008
Visita da M. con Blizzard che sta meglio.
Prescrive Florentero e Cardotek


05 maggio 2008
Vado a Roma dal veterinario consigliatomi da un'altra amica, per sicurezza (M. non mi convince molto)
Mi prescrive per Blizzard un sulfamidico contro eventuali coccidi, il resto va bene.


19 maggio 2008
Nel bosco la sera Blizzard corre dietro a dei randagi e si fa uno sgarro in testa probabilmente con le reti bucate che ci sono dappertutto.


20 maggio 2008
Porto Blizzard alle Querce. La vet B. gli fa l'anestesia generale e lo ricuce, me presente in sala operatoria. Sono un sacco di punti. Apprezzo molto il fatto di poter vedere cosa fanno. Vederla lavorare così sicura dà un senso di tranquillità.


27 maggio 2008
Blizzard viene morso da una vipera, una aspide di dimensioni spropositate ad una quota dove normalmente è presente solo la piccola e relativamente innocua ursinii.
Succede di prima mattina, a una quota di 1800 metri, su uno stradone carrozzabile, in assenza di vegetazione, allo scoperto. Ci sono ancora chiazze di neve sulla strada!
Io sono in bici e lui è qualche metro davanti a me tanto che lo vedo quando prende in bocca il grosso serpente, soddisfatto e fiducioso di essere lui il più forte. Un minuto dopo si accascia sul bordo della strada. E' stato morso sotto la mandibola.
Non ho il cortisone con me (da allora, sempre) e non ne so nulla. Dopo lunghi minuti di disperazione in cui penso che stia per morire, chiamo il 113. Ci mandano la Forestale che ci preleva e ci porta a Ussita dove hanno già allertato la veterinaria. Sono stati splendidi.
Prime cure all'ambulatorio di Ussita, dove una vet. espertissima in materia decide di iniettargli il siero antiofidico, visto che la zona del morso si sta gonfiando a dismisura. Terapia con cortisone e flebo, tante flebo.
Dalla mattina alle 8:00 che è successo, riusciamo a ripartire nel pomeriggio, dopo che gli sono state fatte tutte le cure necessarie.
Torniamo a Roma, la terapia dovrebbe bastare fino all'apertura dell'ambulatorio veterinario, dove dovranno ripeterla. Lui non si regge in piedi.


28 maggio 2008
Alle 3:00 di notte Blizzard si lamenta disperatamente. Telefono alla Clinica Etiopia, al telefono il vet di turno provvede a terrorizzarmi.
Carico in macchina Blizzard da sola, non so come ce la faccio a portarlo su per le scale (la sera prima a scaricarlo mi hanno aiutato).
Inoltre alla stazione Tiburtina visto che la tangenziale di notte è chiusa sono costretta ad ingaggiare un taxi altrimenti non troverei mai il posto: seguo il taxi con la mia auto. E' stata un'idea luminosa in un attimo di lucidità.
Ricoverano Blizzard e mi spaventano ancora, poi mi mandano via. Torno a casa alle 5:00 di mattina.
Alle 14:00 scendo e Blizzard sta a ancora molto male.
Poi scendo ancora la sera ed è più vispo. Nei giorni successivi scendo a trovarlo due volte al giorno. Si regge a mala pena ma qualche festa riesce a farmela.


30 maggio 2008
Blizzard la sera si auto dimette dalla clinica rincoglionendo i vet a forza di urli e strepiti.
Lo avrei volentieri lasciato per il we per maggiore tranquillità anche se scendere 2 volte al giorno è pesante.
Alle Querce, ambulatorio che ho appena scoperto, all'epoca erano chiusi nel finesettimana per cui affrontiamo due giorni senza la possibilità di un ambulatorio di fiducia vicino.
Inoltre la prognosi di Blizzard si scioglierà solo bol tempo visto che le possibili conseguenze del morso e del siero sono ancora tutte da vedere.


03 giugno 2008
Analisi alle Querce. Valori della funzionalità epatica ancora un po' alti.
Successivamente le analisi sono state ripetute più volte e i valori si sono normalizzati.
Riusciamo persino ad andare al corso di sleddog, che avevo prenotato da tempo e pensavo proprio sarebbe saltato, a Tarvisio con Ararad Khatchikian, dal 14 luglio.


05 agosto 2008
Blizzard ha un versamento in un occhio (sinistro? uveite?). Non mi spavento molto, penso abbia sbattuto su un ramo.


06 agosto 2008
Porto Blizzard alle Querce ma manca l'oftalmologo. Intanto mettiamo un collirio.


07 agosto 2008
Alle Querce di nuovo, visita dal vet. oftalmologo R. e analisi del sangue: globuli bianchi un po' bassi.
La prendono più sul serio di quanto pensassi, temono conseguenze del morso della vipera.


18 agosto 2008
Controllo alle Querce. Ulteriori controlli periodici nel periodo successivo.

02 ottobre 2008
Blizzard in diarrea e inappetenza (do la colpa al polline del maledetto cedro dei vicini, il che è probabile perché l'effetto si è ripetuto altre volte durante la fioritura). Dura un paio di giorni.

28 novembre 2008
Blizzard non appoggia una zampa. Lo porto alle Querce, antibiotici e schiuma locale.

02 dicembre 2008
Ho scritto che Blizzard aveva prurito e non faceva che grattarsi ma non ricordo dove, e che alle Querce gli hanno fatto Ivomec e antibiotici.

22 dicembre 2008
Durante la passeggiata mattutina mi accorgo che all'improvviso un occhio di Blizzard è come morto, la pupilla resta piccola, non si ingrandisce più. (miosi?)
Lo porto di corsa alle Querce e il vet R. mi fa preoccupare assai. Visita oculistica accuratissima. R. è stupito della pazienza con cui Blizzard si presta a questi controlli, che sono fatidiosi. Non occorre museruola benchè il vet lavori col viso a pochi centimetri dal muso del cane, lui è completamente affidabile.
Non mi ricordo la cura (colliri vari)
La sera l'occhio sembra normalizzato.


27 dicembre 2008
Controllo alle Querce con R.
Sulla cornea c'è una minuscola scalfittura ma non si sa se è in relazione.


27 gennaio 2009
Di nuovo uveite, stavolta sull'occhio destro.


28 gennaio 2009
Alle Querce per controllo e soprattutto per l'occhio. Feci + emocromo + leishmania ok, ma non c'è l'oftalmologo.
Mi prescrivono delle gocce e quando glie le metto mi spavento perché gli fanno un effetto che scambio per una miosi.


29 gennaio 2009
Alle Querce per controllo con il vet R., sembra tutto a posto ma faremo un ulteriore controllo il 5 febbraio.


8 febbraio 2009
Blizzard in diarrea e abbacchiato.


27 marzo 2009
Blizzard viene aggredito da un dalmata (idiota) che gira incustodito, nel separarli per evitare che il dalmata le buschi mi piglio una gomitata su un occhio da un amico che mi sta aiutando, mi verrà un distacco del corpo vitreo (diagnosticato il 20 aprile).



24 aprile 2009
Portato Blizzard alle Querce perché zoppica a freddo. La cosa durerà diverso tempo senza che se ne scopra la causa.


30 aprile 2009
Faccio un carico di aiuti all'Aquila per il terremoto lasciando Blizzard al rifugio S. dove sono andata a caricare cose da portare.
Non è la prima volta che lo lascio lì per qualche ora, penso stia meglio che a casa da solo, c'è sempre qualcuno che si occupa dei cani.
Purtroppo però stavolta lui si agita parecchio e cerca di evadere dal box, che non è dei più solidi.
A. si spaventa (non lo sapevamo ma stava già male per un tumore al cervello) e gli dà dei tranquillanti, poi mi chiama al telefono per farmi tornare d'urgenza. Quando arrivo Blizzard è praticamente drogato.


01 maggio 2009
Blizzard è ancora debole, lo porto alle Querce per controllo funzionalità fegato. Tutto ok.


25 maggio 2009
Blizzard mangia qualcosa di non ben identificato nel bosco poi durante il giorno sembra stare male.
Metto le cose in relazione e penso che si lamenti perché non riesce a fare la cacca.


26 maggio 2009
Lastra di controllo alle Querce. Niente ossa o corpi estranei. Flagyl e olio di vasellina per precauzione.
Ma durante il giorno capisco che ha dolore nell'urinare. Molto dolore purtroppo, quasi non ce la fa a urinare.
A un anno esatto dalla vipera gli è venuta la prostatite.


27 maggio 2009
Ecografia alle Querce, viene diagnosticata la prostatite.
Antibiotici fino al 5 giugno.


8 giugno 2009
Controllo alle Querce. Blizzard ha la prostata ancora ingrossata, si ricomincia con gli antibiotici.
I controlli purtroppo sono dolorosi.


10 giugno 2009
Blizzard tossisce molto.


11 giugno 2009
Lastra di controllo per escludere che abbia respirato un forasacco. Tutto ok ma ancora antibiotici per la tosse e per la prostata.


15 giugno 2009
Blizzard ha fastidio e si lecca il pisello. Controllo alle Querce, la prostata è ancora ingrossata e occorre castrarlo.


17 giugno 2009
Blizzard viene castrato alle Querce. Ovviamente antibiotici post intervento.


21 settembre 2009
Ecografia di controllo alle Querce, tutto ok.


14 ottobre 2009
Di nuovo miosi all'occhio destro.
Controllo alle Querce dall'oftalmologo R.. Colliri vari.
Il giorno dopo la miosi è quasi del tutto rientrata.


19 ottobre 2009
Ecografia di controllo alle Querce per la prostata. Facciamo l'eco anche all'occhio destro.


22 ottobre 2009
Alle Querce per far vedere all'oftalmologo l'ecografia dell'occhio di Blizzard. Tutto ok.


20 ottobre 2009
Controllo alle Querce per Blizzard che zoppica da 2 gg. Ma non si capisce perché.


02 novembre 2009
Blizzard zoppica di nuovo. Ovviamente non ha nulla sotto i polpastrelli, ho controllato.


04 novembre 2009
Controllo alle Querce dal vet. C. che non trova nessuna causa evidente e mi dice di non dargli nulla e stare a vedere. In effetti sta zoppia va e viene e il cane corre benissimo.


3 dicembre 2009
Blizzard si fa ferire da un cinghiale. Lo porto alle Querce di corsa e per sicurezza la vet B. lo addormenta, lo intuba e pulisce bene la ferita prima di ricucire (è un buco molto profondo su un fianco ma chi si ricorda quale). Io presente in sala operatoria (eterna gratitudine per questo).
Nei giorni seguenti gli tengo indosso una tshirt perché non si lecchi e facciamo vari controlli.


4 gennaio 2010
Blizzard di notte ansima e si lecca il pisello manifestando evidente fastidio. Ormai però la prostata non è più ingrossata (infatti si tratta di cistite presumibilmente). Il giorno dopo lo porto a controllare e ne approfitto per il test leishmaniosi.
Successivamente il problema si ripeterà e saranno necessari dei cicli di antibiotici, con efficacia del tutto discutibile.


25 febbraio 2010
Blizzard abbattuto e sotto antibiotici.


3 marzo 2010
Blizzard ha di nuovo molto fastidio e si lecca continuamente. Gli antibiotici non servono a niente.
Non mi sono ancora resa conto della cosa ma si sta evidenziando l'incontinenza. Quando si lecca trovo il lettino bagnato e penso sia saliva.


4 marzo 2010
Alle Querce a far vedere Blizzard dal vet C.
Emocrono perfetto e nessun segno di infiammazione, prostata ok. Allora perché ha fastidio?!?
Continua ad avere fastidi nei giorni successivi. Si stira in modo strano.


29 marzo 2010
Portato Blizzard alle Querce per cistocentesi. Dalle analisi non risulterà niente di rilevante.


8 aprile 2010
Blizzard si strofina un occhio, alle Querce manca l'oftalmologo R. che è malato, lo vede il vet G. che individua la presenza di qualcosa e prescrive colliri.
Però chiama anche R. per telefono e l'oftalmologo ci fa prendere appuntamento con un collega di Roma per lo stesso pomeriggio.
Visita a Infernetto con l'oftalmologo M.P. che individua una spina e opera Blizzard seduta stante (solo con un cambio di ambulatorio ad Ostia per avere una sala operatoria).
Colliri ogni ora. Riesco a non usare il collare elisabettiano perché lui non si gratta.


12 aprile 2010
Visita di controllo con M.P dalle parti di S.Paolo.
La sera nel residence Blizzard regolarmente al guinzaglio viene aggredito da un canetto slegato e poiché lo mette sotto viene preso a calci dal padrone.
E' già successa una cosa analoga, aggredito da un golden retriver più grosso di lui è stato preso a bastonate in testa dal padrone che poi per lo meno si è scusato: ma stavolta è anche convalescente.
Mi devo mettere in mezzo per evitare che gli facciano male. Stavolta becco un morso dal canetto.


13 aprile 2010
Portato Blizzard alle Querce da R. per controllo dell'occhio operato.


15 maggio 2010
Primo episodio di mancato inseguimento di un cinghiale. Aveva già dolore?


20 maggio 2010
Nuovo controllo dell'occhio operato, alle Querce da R. Tutto ok.


14 giugno 2010
Blizzard ha vomitato di notte ed è sottotono. Ma mangia.


19 luglio 2010
Mi accorgo che Blizzard ha un dolore sul fianco sinistro. Non trovo forasacchi visibili e lo porto alle Querce: lo visitano facendolo piangere un bel po' e gli fanno l'emocromo.


20 luglio 2010
Blizzard alle Querce a digiuno per analisi. Non risulta niente.

Nei giorni successivi il dolore va e viene. Non gli impedisce l'attività normale. In certi giorni sembra addirittura che non lo abbia.


19 agosto 2010
Alle Querce, Blizzard ha dolore, C. prescrive il rymadil.
Non mi ricordo per quanti giorni l'ha fatto, comunque è stato efficace.

Poi a settembre un po' di ordinaria amministrazione (test leishmaniosi e vaccinazioni)

11 novembre 2010
Ultimo allenamento di agility serio. Un peccato perché andava benissimo, era arrivato a fare percorsi completi, talvolta netti anche se lenti e lo faceva volentieri. Lascio con vero dispiacere. In realtà successivamente faremo qualche giro per gioco ogni tanto, quando Shadi comincerà a lavorare.


13 novembre 2010
Di notte Blizzard si è leccato come un disperato e la mattina il dolore al fianco è più forte che mai, non solo guaisce se provo a toccarlo ma per la prima volta guaisce anche quando si siede o fa certi movimenti.
Lo porto alle Querce dove però c'è solo il turno festivo. Lo visitano e gli fanno una ecografia trovando "solo" una cistite.
Anche l'incontinenza è peggiorata.
Gli do mezzo rimadyl. Il giorno dopo sta meglio, il miglioramento però non dura molto.


29 novembre 2010
Nuova ecografia alle Querce stavolta però col titolare ecografista, E..
Mi dice che Blizzard ha una infiammazione del nervo pudendo e gli prescrive del cortisone.
In capo a tre giorni il dolore rimane e l'incontinenza peggiora moltissimo.


2 dicembre 2010
Di nuovo con Blizzard alle Querce. Interrompiamo il cortisone e iniziamo antibiotici per la cistite: baytril e antirobe.


8 dicembre 2010
Blizzard bagna ancora il lettino e ha sempre dolore.


9 dicembre 2010
La cura di Blizzard viene integrata con propalin per l'incontinenza.
La sera pare abbia meno dolore, si acciambella.


12 dicembre 2010
Durante la passeggiata serale, passando sul prato del residence con Blizzard al guinzaglio, faccio appena in tempo a sentire uno che grida "resta" e vedo una palla di cannone che si precipita addosso a Blizzard. E' il boxer maschio del nuovo condomino, il quale a sua volta mi aggredisce, verbalmente, prima gridando che il cane lo devo tenere a guinzaglio (ma il mio lo è, è il suo ad essere slegato!!!) e poi incazzandosi perché non mi sono fermata quando lo ho visto!!! Sono talmente stupefatta che fatico un pò a rispondere per le rime, oltre tutto mi tocca difendere Blizzard, che ha messo sotto il boxer, perché quello gli dà pugni in testa col collare di ferro. Nonostante noi si faccia tutto fuorchè dividerli, i cani si lasciano e non si sono fatti nulla (questo boxer poi ferirà un altro cane del residence).


13 dicembre 2010
Blizzard molto dolorante. Lo scontro di ieri sera certo non lo ha aiutato.
Lo porto alle Querce, C. gli fa una iniezione di rymadil. Rimaniamo d'accordo per fare una TAC o RM all'inizio dell'anno. C. mi sembra convinto che non servirà a nulla ma voglio approfondire lo stesso (come al solito aveva ragione).


14 dicembre 2010
Lascio il flacone di rymadil (chiuso) sul tavolo con le altre medicine che ormai si alternano da mesi e quando torno dopo un paio di ore Blizzard (lo ho lasciato in casa perchè pioveva?) ha fatto un casino, ha masticato praticamente tutto ma ha mangiato solo il rymadil. Non ha mai fatto danni a casa, al massimo rubare il suo pane se glie lo lasciavo a portata di zampe, oppure la frutta se mi dimenticavo di toglierla.
Di corsa alle Querce, cercano di farlo vomitare con l'acqua ossigenata ma niente.
Così finiamo di nuovo in sala operatoria per la lavanda gastrica. Terribile.
Poi lo svegliano, gli fanno un gastroprotettore, un epatoprotettore e andiamo a casa. La sera devo fargli una flebo. E gastgroprotettore, ranidil. Sospendere tutto il resto.


15 dicembre 2010
Blizzard ha vomitato. Non riesco a fargli la seconda flebo.
Almeno però non ha dolore.


16 dicembre 2010
Blizzard vomita sangue la mattina presto.
Appena aprono, di corsa alle Querce. Mi prescrivono un gastroprotettore più potente (Gastrogel). Glie lo do per 2 o 3 gg.


18 dicembre 2010
Blizzard già accusa di nuovo dolore al fianco, nei giorni successivi aumenta.


23 dicembre 2010
A Roma con Blizzard dal vet C., indicatomi da una amica veterinaria, per sentire un altro parere. Vado anche per il gatto Romeo che parallelamente sta vivendo una sua storia complicata di malattia alla bocca e all'intestino. Altri due gatti sono morti per FIV in questo periodo dopo vari tentativi di cura, inoltre c'è stato l'intervento all'orecchio di Puzzola alle Querce da parte del vet G., risolutivo per fortuna (dopo la recidiva di un polipo rimosso con un precedente intervento fatto altrove)
Per Blizzard, secondo C. di Roma, serve una risonanza magnetica. Purtroppo mi faccio convincere ad andare alla clinica dove siamo stati a inizio 2008 dopo le coliche. Bella cazzata.
Appena a casa prendo l'appuntamento.


27 dicembre 2010
Alle 10:30 in clinica con Blizzard.
Lo visita la vet R. che non perde neanche un minuto per familiarizzare con il cane e comincia a manipolarlo senza un minimo di garbo.
Blizzard guaisce disperatamente, la vet ha paura e va a prendere una museruola, che è senza fibbia, così glie la stringe in malo modo e lui se la toglie subito.
Dopo una decina di minuti di questo massacro la tipa sentenzia che "questo cane è invisitabile". Mi dice che lo devo lasciare per gli esami mentre io vorrei restare almeno fino alla pre-anestesia in modo che stia calmo. Me lo strappa quasi di mano!!! e siccome mi preoccupo mi risponde che "è più forte di quanto sembra"!!! ma cosa c'entra?!?
Mi dice che lo dimetterà verso le 17:30 - 18:00. Nessuna possibilità di controllare quello che avviene dietro le quinte.
Passo una giornata infame. Non oso immaginare la sua! Perché sono stata così idiota e succube da lasciarlo in un posto del genere?!?!?
Alle 17:30 torno alla clinica e R. mi dice che "gli esami sono ancora in corso". Alle 19:00 mi incazzo di brutto alla reception e me lo ridanno, allucinato e pelato come un pollo. Il guinzaglio di pelle... è tutto tagliuzzato!!! Un taglio è quasi completo e lo rende inservibile. Non si riesce a capire come abbiano potuto farle una cosa del genere e perché: non è stato masticato dal cane!!!
C'è ancora da aspettare un'oretta prima di avere tutte le analisi fatte e sapere che non hanno trovato niente.
La vet R. mette in dubbio che il cane abbia davvero dolore. Non trova le cause quindi la cosa non esiste.
Mi fa fissare una visita con il titolare (gratis dice lei, ovvero già abbondantemente pagata visto che ho speso 870 euri), per avere il parere di un ortopedico, dice sempre lei, per il 30 alle 12:30.
La sera per la prima volta in vita mia non ascolto le prescrizioni e gli do la cena, anche se leggera: è affamato. Non succede niente, non vomita.
Se avessi imparato prima ad agire con lui come per me stessa, ovvero a NON ascoltare i medici, gli avrei risparmiato un sacco di sofferenze inutili.


29 dicembre 2010
Parlo al telefono col vet. C. di Roma che ipotizza un problema neuropatico non evidenziabile con gli esami.


30 dicembre 2010
Visita in clinica col titolare. Tratta il cane in modo da tranquillizzarlo e riesce a visitarlo benissimo. Si accorge immediatamente che il dolore è localizzato a metà del fianco sinistro (la R. sostiene che io non le ho detto che il dolore era sul fianco sinistro, in realtà non mi ha ascoltato neanche per un minuto).
Il titolare, al quale ha riferito che il cane è isterico, la smentisce davanti a me affermando che è buonissimo e si lascia fare tutto: con Blizzard tranquillo e fiducioso, e lui lo è se non viene maltrattato, riesce a toccarlo ovunque tranne sul punto dolorante.
Però non sa che dirmi di cosa si tratta… alla fine gli suggerisco io l'ipotesi del vet C.(!!!): concorda e prescrive Gabapentin, due capsule tre volte al giorno. Mi risulta che si somministri "a crescere"...


31 dicembre 2010
Telefono a C. di Roma per informarlo, mi dice di dare solo una capsula di gabapentin una volta al giorno.
Nel pomeriggio Blizzard vomita due volte. Non comincio la cura, gli do solo il propalin come da prescrizione (bella cazzata dargli il propalin). Il gabapentin lo conosco per esperienza personale e col cazzo che lo do al mio cane. In effetti all'inizio sono stata incerta poi non ho mai iniziato la cura sentiti di nuovo per telefono i vet di cui mi fido (C. di Roma e C. delle Querce) esponendo stavolta i miei argomenti contro il farmaco.
Cena leggera.


1 gennaio 2011
Blizzard vomita appena svegliato. Prostrato e sofferente.
Sembra abbia fastidio, tossisce e sbuffa un po'. Ha anche fastidio ad un orecchio.
In clinica lo hanno massacrato davvero!!! il tutto per un RM inutile.


2 gennaio 2011
Blizzard sempre prostrato e sofferente. Vomita nel tardo pomeriggio. Anche stavolta a stomaco quasi vuoto.
Ma che diavolo gli hanno fatto, con che razza di schifezza lo hanno sedato?!?!?
Ha anche dolore, quello solito, la sera gli do una compressa di Contramal. Il giorno dopo sta meglio.

Nei giorni successivi il dolore per fortuna diminuirà pur essendo sempre presente.
Faremo giri a piedi in montagna e le solite lunghe passeggiate qui a casa. Il dolore non gli impedisce di camminare e neanche di correre, solo si muove con cautela, non si fa toccare sul fianco e talvolta guaisce quando si siede.
L'incontinenza per ora è leggerissima, solo quando dorme. Prende il propalin solo al bisogno.
Seguono dei mesi di quiete relativa e ordinaria amministrazione, almeno per Blizzard (muore un altro gatto, Leone), col dolore che va e viene e io che sono ormai rassegnata a non poterci fare un cazzo.


17 luglio 2011
Portando a spasso Blizzard mi massacro di nuovo un polso, stavolta scivolando sul breccino. Si sente un crack... e fa molto male.
Blizzard mortificatissimo anche se non è affatto colpa sua.
Me la cavo con un tutore ma nei giorni successivi ho bei problemi a portarlo a spasso.


17 settembre 2011
Il branco aumenta, dal canile di Artena arriva Shadi, femmina mix husky di circa 6-7 anni.
Nei giorni successivi torno al campo di agility per lavorare con lei, Blizzard fa qualche giro tranquillo con gli ostacoli bassi dimostrando di non aver disimparato nulla, neanche lo slalom e soprattutto di avere molta voglia di lavorare.
Purtroppo però spesso basta un giretto per svegliare il dolore per cui, dopo qualche esperienza negativa, mi limiterò a farlo giocare un po' tra gli ostacoli per farlo contento.
La cosa è dolorosa perché lui lavora davvero bene e ne ha voglia mentre Shadi dopo un ottimo inizio si stancherà e non riuscirà ad ingranare. Io avrei una gran voglia e me la prendo in quel posto. Abbiamo lavorato tanto e abbiamo dovuto mollare quando cominciava ad essere davvero divertente.


23 settembre 2011
Ho segnato che Blizzard ha di nuovo dolore dopo il giretto di agility nonostante gli ostacoli bassissimi e che ho il dubbio che sia colpa dello slalom: lui è grosso e si deve come snodare tra i pali...


25 settembre 2011
Facciamo una passeggita al Vivaro con una amica e mi accorgo che Blizzard ha parecchio dolore, è peggiorato.
Il giorno dopo lo riporto alle Querce e si ricomincia col rymadil per qualche giorno.


8 novembre 2011
Blizzard molto dolorante, senza alcuna causa scatenante plausibile stavolta.
Qualche giorno dopo però abbiamo fatto una passeggiata a Campo Imperatore e stava molto meglio.


08 gennaio 2012
Blizzard e Shadi a un passo da casa rincorrono un cinghiale che ci ha tagliato la strada. Tornano entrambi feriti, lei un buco davanti e lui un grosso sgarro su una coscia. E' domenica… li porto alle Querce dove per fortuna c'è il vet R. che ricuce Blizzard in anestesia locale (date le dimensioni dello sgarro, veramente una impresa notevole).
Il buco di Shadi non richiede punti, solo medicazione.
Per la prima volta mi tocca usare il collare elisabettiano visto che sono punti esterni e potrebbe strapparli.
Visita di controllo sia il 9 che il 10, poi un altro controllo e il 17 tolti i punti.

A febbraio i dolori di schiena di Blizzard vanno molto meglio, per più di 15 giorni c'è un sacco di neve a casa e lui si muove decisamente bene, anche se è sempre cauto quando deve saltare nel furgone.
A marzo Shadi è andata in calore e lui aveva la schiena a posto per flirtare con lei.
In sostanza il mal di schiena e il dolore al fianco, dopo novembre 2011, non si sono più ripresentati in modo serio.
Ad aprile rifacciamo anche dei giretti di agility anche se con qualche accortezza.
I fastidi dovuti alla cistite invece si sono riproposti periodicamente.


23 maggio 2012
Blizzard abbattuto e in diarrea da qualche giorno. Lo porto alle Querce dove lo visita C. senza trovare nulla di anormale. Facciamo anche analisi delle feci che saranno negativi. La sera sta già meglio.


16 giugno 2012
Giro delle due valli sui Simbruini in bike joring, segno che la schiena di Blizzard stava benissimo.
Me lo ricordo come un giro fatto in leggerezza, senza alcun problema da parte dei cani. Lui che al solito faceva alla grande il suo lavoro di leader, lei che si faceva un po' tirare ma per una volta abbastanza volentieri. La temperatura era gradevolmente fredda, ideale. Avevo pensato di tagliare molto prima ma visto che andavamo bene e senza fatica facemmo il giro completo. E' stato l'ultimo e ne è valsa la pena.

Verso la fine del mese però l'incontinenza, fino a questo momento assolutamente episodica e leggera, si aggrava improvvisamente. Va di pari passo col fastidio che lui manifesta leccandosi e ansimando.


11 luglio 2012
Ecografia e cistocentesi alle Querce col vet. E. (ecografista). Per Blizzard di nuovo una tortura, inutile.
Non risulta niente altro che l'uretra priva di tono e le pareti della vescica in cattivo stato.
Cominciamo col propalin 3 volte al giorno, cosa che non servirà a nulla tranne che per brevissimo tempo (4 o 5 giorni, non più).
Shadi ha un'infiammazione causata dallo Scalibor, che viene eliminato.
Per diversi giorni la poveretta avrà molto prurito. In questi stessi giorni peggiora il gatto Romeo, che ha anche contratto la FIV, non bastasse tutto il resto (e pure è castrato, come tutti gli altri).


13 luglio 2012
Purtroppo il laboratorio non ha fatto l'antibiogramma. Cistocentesi sprecata. Il vet. C. decide di non rifarla e iniziamo il baytril.
Blizzard giù di tono per tutto il mese, spesso ansima e si lecca il pisello per il fastidio della cistite, il rymadil migliora un po' le cose che ripeggiorano appena si smette. Il baytril invece non serve a nulla.


25 luglio 2012
Andiamo dal vet C. di Roma come sempre per avere un'altra opinione.
Ecografia e esame urine ma non risulta niente.
Poi andiamo al campo di agility e come una cretina forzo un po' Blizzard quando prova a dirmi che non ha voglia. Risultato, cade dalla passerella, per fortuna senza farsi nulla. Dopo questa volta non siamo più stati.


2 agosto 2012
Visita alle Querce. Sospendiamo antibiotici e antiinfiammatorio, continua solo il propalin


8 agosto 2012
Incontinenza peggiorata, propalin ormai del tutto inefficace.
L'estate è bollente il che non migliora lo stato di Blizzard. Beve anche più del normale.


13 agosto 2012
Sospendo l'inutile propalin. La sera do a Blizzard mezzo rymadil per il fastidio alla vescica.
Il giorno dopo sta meglio e la sera glie ne do altro mezzo, poi basta perché deve ripetere le analisi.


17 agosto 2012
Facciamo nottata: Blizzard sta male, smania, ansima, si lecca, il fastidio deve essere enorme.
La mattina lo porto alle Querce dove C. gli dà un antinfiammatorio e lo visita: come lo tocca sulla vescica lui salta e piange, ha molto dolore.
Analisi previste per la settimana successiva per mancanza corrieri (è ferragosto).


21 agosto 2012
I cani incontrano uno sciame e Blizzard becca una puntura su un labbro.
L'incontinenza ormai è al massimo, perde pipì anche quando sta in piedi.


23 agosto 2012
Alle Querce con Blizzard. Lasciate le urine e fatto prelievo del sangue.
Inizio a dargli il flagyl ( e vabbè famo st'altra prova)
Intanto comincio a cercare dei pannoloni che vadano bene ma non è facile con la sua taglia.

Blizzard la sera sta peggio del solito, ha molta sete e fa pipì in continuazione


29 agosto 2012
Con Blizzard e Romeo alle Querce. Romeo imbottito di cortisone, sulle analisi di Blizzard niente di significativo.


30 agosto 2012
Andiamo da una vet omeopata e agopunturista. I viaggi della speranza.


5 settembre 2012
Ecografia all'addome dal vet di Roma per togliersi anche gli ultimi dubbi. Non c'è niente per fortuna.
Per Romeo si tenta la strada dell'interferone, sarà un bagno di sangue per me e per lui, e del tutto inutile.


5 settembre 2012
Torniamo dalla agopunturista che mette qualche ago a Blizzard e ci dà una cura omeopatica. Mi ci vogliono tre giorni prima di iniziare perchè non trovo le medicine. Ma tanto sarà del tutto inefficace.


4 ottobre 2012
Per telefono, l'omeopata ci cambia cura. Di nuovo a caccia delle medicine.
Devo tenere una tabella per le terapie perché tra Blizzard e Romeo sono un sacco di somministrazioni al giorno e rischio di fare casino.
Shadi è in calore (ho deciso di non sterilizzarla, le risparmio una chirurgia) e i cani flirtano.


6 ottobre 2012
La nuova cura sembra fare effetto… Blizzard perde pochissimo.
Peccato che il "ch" di uno dei medicinali è sbagliato (errore del farmacista): allora perchè fa effetto?!?
Non mi riesce di parlare con l'omeopata per avere istruzioni: irraggiungibile. Mi procuro la medicina con "ch" corretto.
In tre o quattro giorni l'effetto positivo, se c'è stato, finisce. Forse era effetto del calore di Shadi più che della cura?!?

Nei giorni successivi finirò per buttare tutte le medicine e rassegnarmi all'incontinenza.
Comincio a organizzarmi dapprima con delle mutande (umane, modificate in sartoria), che si rivelano pessime, e poi con delle fasce.
Pessimo anche il fascione apposito comprato da Demas.
Il meglio lo ottengo con la mia vecchia fascia da motociclista opportunamente adattata e dei pannoloni da donna tagliati a metà.
Blizzard indossa il pannolone solo quando gira in casa e non di notte, quando dorme sulla brandina. Sulle brandine sistemo traversine e coperte di pile che vengono cambiate ogni mattina.
Col primo caldo ad aprile 2013 sostituirò le coperte di pile con teli di spugna.
In questo modo evito di passare la giornata ad asciugare per terra e evito anche che quando lui si mette sul pavimento, che non assorbe, si bagni di pipì tutto il pelo.
Col tempo affiniamo la cosa, ci abituiamo e funziona benissimo. Certo di andre in vacanza e in albergo, come facevamo un tempo, non se ne parla.


17 novembre 2012
Blizzard fa la cacca sulla sua branda. Il giorno dopo di nuovo la fa in casa, come se faccia fatica a controllare lo sfintere.


20 novembre 2012
Dopo pranzo alle Querce con Blizzard e Romeo.
Per il povero micio la situazione è pure peggiore di quanto mi aspettassi: non solo ha la bocca devastata da un carcinoma ma il tumore gli preme dietro un occhio che non vede più e sporge. Decidiamo per l'eutanasia... deve aver sofferto alla fine, l'ho tirata avanti anche troppo e il tentativo di cura con l'interferone che mi ha fatto fare il vet di Roma, visto a posteriori, mi sembra una gran stupidaggine, un vero accanimento terapeutico.
Per Blizzard invece un tentativo di visita è stato drammatico: sembra avere un dolore folle all'ano o nel retto. Mi spavento assai.


21 novembre 2012
Di nuovo alle Querce con Blizzard a digiuno: viene sedato, visitato ed ecografato per bene, anche con un catetere. Sta sotto un'ora e un quarto. Non ha nulla al retto, le pareti della vescica sono in cattive condizioni, come sapevamo.
Inizio una cura per l'incontinenza con enurace che ha immediatamente un effetto miracoloso.
Il 27 però lo sospendo in vista della visita dal neurologo.
Tra l'altro se l'incontinenza migliora con l'efedrina, non altrettanto i fastidi della cistite.


4 dicembre 2012
Il vet C. ci accompagna personalmente dal neurologo D. a Roma.
Blizzard viene visitato e si decide che fargli la risonanza è del tutto inutile. L'incontinenza non può dipendere da problemi neurologici e i dolori al fianco e alla schiena allo stato attuale quasi non ci sono.
Gli evitiamo l'ennesima anestesia. Decidono invece di fare altre analisi e controlli alla tiroide.


11 dicembre 2012
Alle Querce per prelievo del sangue


18 dicembre 2012
Alle Querce per i risultati. Avevo iniziato di nuovo l'efedrina ma gli dà affanno e tremori muscolari per cui l'ho interrotta subito, tra l'altro è già diventata inefficace per l'incontinenza.


21 dicembre 2012
Alle Querce, eco alla tiroide di Blizzard, che è un po' ... raggrinzita.
Dovrei dargli la tiroxina, lo faccio solo per brevissimo tempo (e senza alcun effetto), visto che non c'è un vero ipotiroidismo. Ho parlato anche con una amica vet. che sul fatto di dagli la tiroxina è assolutamente critica.
Io sono stanca ci medicine inutili e potenzialmente dannose ma anche di esami inutili, visite inutili, torture inutili...
Da quel momento decido di lasciar perdere con le medicine così dette curative e limitarmi eventualmente agli antidolorifici. Vorrei averlo fatto molto prima.


Nei giorni del 2013, fino a che è vissuto, Blizzard è stato bene e non ha avuto dolori né fastidi, a parte l'incontinenza.
Sembrava guarito e quindi anche molto ringiovanito. Per un paio volte in tutto il periodo, di sera ha avuto di nuovo un po' di fastidio alla vescica: ormai me ne accorgevo benissimo perchè si leccava e ansimava come se sentisse caldo. Ho risolto la cosa con 5 gocce di Contramal... efficacissimo.
A pensarci prima gli avrei evitato alcune brutte nottate.
Il dolore è l'ultima cosa di cui si preoccupano i medici, forse dovrebbe essere assolutamente la prima.

Avevamo imparato a gestire la sua incontinenza in modo che il problema fosse minimo. Non era infastidito dalla fascia elastica e dal pannolone e non faceva nulla per toglierselo. Comunque lo facevo dormire senza, adoperando le traversine con sopra i plaid di pile. Ho fatto tante tante lavatrici ma non mi importava nulla.
Lui stava bene ed era pieno di forze. Nel bosco di casa correva di nuovo come non succedeva più da tanto e tornava da me al galoppo, ridendo contento.
Siamo andati in montagna spesso, si muoveva bene anche in neve fonda e non l'ho mai visto particolarmente stanco ma sempre molto contento e attivo; non accusava dolori il giorno dopo, solo un pò di normale stanchezza.
Quattro mesi e mezzo di riposo da medicine, ambulatori, visite, quattro mesi e mezzo di libertà dal dolore ... troppo per noi, non ne avevamo diritto.

Giugno 2013

© Germana Maiolatesi